237 

"Perdona l'offesa del tuo prossimo e per la tua preghiera ti saranno rimessi i peccati" (Sir 28,2).

Archivio Provinciale

Written by fr. Claudio Passavanti. Posted in Uncategorised

          

Tutta la storia della ex Provincia di Torino e della ex Provincia di Alessandria

riposa ben ordinata e raccolta nel grande Archivio Provinciale presso il Monte dei Cappuccini.

È possibile accedervi, previo appuntamento, telefonico (0116601351) o via This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

per chi avesse necessità di ricerche storiche su singoli frati o su Conventi ancora attivi

o anche di tutti gli altri chiusi o per varie vicende storiche soppressi nel corso dei secoli.

 

         

 Tutto il materiale viene costantemente aggiornato dai frati addetti a questo servizio.

 

         

 

Storia dell'archivio:  L'Ordine dei Frati Minori Cappuccini è sorto il 3 luglio 1528, quando il pontefice Clemente VII diede la sua approvazione attraverso la bolla papale "Religionis Zelus"; da allora i Cappuccini si sono espansi in tutta Italia e poi in tutto il mondo; oggi si contano poco più di 10.000 frati sparsi nei cinque continenti. Il carisma francescano non ha un preciso volto, ma molte sfaccettature che compongono un unico volto. Nel tempo i frati si sono adoperati in molti campi, ad esempio: la predicazione, l'assitenza ai malati, la disponibilità al sacramento della riconciliazione, la missionarietà, l'assistenza ai poveri, l'istruzione e molto altro ancora. Tutt'oggi i Frati Cappuccini sono impegnati in questi ed altri servizi, sempre restando fedeli alla regola di S. Francesco, ma cercando di vivere nell'oggi il patrimonio spirituale che lui ha lasciato ai suoi frati. 
L'Archivio Provinciale dei Frati Cappuccini del Piemonte ha origine fin dalla fondazione della Provincia religiosa con la sua erezione canonica nel 1619. La raccolta documentale, organizzata fin dalle origini in relazione alle varie presenze territoriali, alla vita e alle attività dei frati, è costituita soprattutto dalle memorie e dalla documentazione essenziale riguardante i religiosi e si sviluppa per i secoli XVII, XVIII, XIX fino alla contemporaneità. La sede dell'Archivio è sempre stata presso la Curia provinciale, nel convento del Monte dei Cappuccini in Torino, dove i frati sono presenti dal 1583. 
L'Archivio Provinciale dei Cappuccini di Torino, come anche altri, diviene un'istituzione specifica in epoca relativamente moderna, verso la metà del secolo XIX, quando, dopo la Soppressione napoleonica, la Provincia religiosa riprende il suo percorso. L'attuale sistemazione dell'Archivio è debitrice del lungo e paziente lavoro di alcuni Annalisti e Archivisti Provinciali del passato, e di un più recente e attento lavoro di riordino e catalogazione che ha reso più accessibile, e di conseguenza più fruibile, tutto il materiale contenuto nell'Archivio stesso. La catalogazione fin qui operata, pur non scendendo sempre nel dettaglio, ha reso più evidenti molti documenti, tra cui anche alcuni preziosi ed inediti, che potranno, così, essere visionati da studiosi o da studenti laureandi che mostrano vivo interesse per quanto concerne la storia, la vita quotidiana e la cultura prodotta dalla realtà francescano-cappuccina in genere, e dalla nostra Provincia in specie. 
L'Archivio è composto da 17 sezioni ognuna delle quali contiene materiale riguardante la vita e le attività dei frati e di chi a loro vicini. Possiamo quindi trovare documenti riguardanti la vita della Provincia e il suo governo, i conventi, le missioni, la formazione, i rapporti con il secondo e terzo Ordine francescano, la necrologia e i fondi che riguardano alcuni frati più noti. È presente anche una sezione fotografica e una piccola biblioteca con alcune opere scritte dai frati stessi o riguardanti la Provincia religiosa cappuccina del Piemonte. 

Dal 12 maggio 2014 questo archivio ha accolto anche l'archivio della ex provincia cappuccina di Alessandria.

 

Scheda riassuntiva dell'Archivio degli Enti ecclesiastici